Sala UT UNUM SINT

Sala UT UNUM SINT

In questo solco si è mossa anche Casa Santa Brigitta, dove nel 1966 è stato fondato il centro “Ut Unum Sint” istituito dall’Ordine del Santissimo Salvatore nel primo anniversario dell’enciclica sull’ecumenismo di papa Giovanni Paolo II.

Il centro UT UNUM SINT, istituito nel 1966 dall’Ordine del Santissimo Salvatore è una struttura che l’Ordine mette a disposizione della diocesi per incontri di formazione (spirituale, biblica, teologica, pastorale ecc.) e di preghiere con attenzione particolare all’impegno ecumenico della Chiesa.

Secondo questo contesto il centro organizza ed offre le sue proposte, ma anche offre spazi a chi nello spirito descritto vorrà usufruire della struttura disponibile.

La preghiera per l’unità dei cristiani nel corpo di Cristo trova la sua risposta per un impegno sempre più grande nel cammino ecumenico, proprio sorretti dalla preghiera sacerdotale di Gesù.

Sono stati organizzati diversi cicli di incontri nella sala nel corso di questi anni, su figure quali Monsignor Bacciarini, Beata Madre Elisabetta, Max Turian, Edith Stein, le donne nel Vangelo, le Madri della Chiesa.

Nella settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, in collaborazione con l’Associazione biblica e le diverse Chiese cristiane è stato organizzato (nel 2007) un incontro sul “primato petrino”. Da parte cattolica fu presente Monsignor Buzzi, il Prof. Radu Preda quale rappresentante ortodosso e il pastore Paolo Ricca della Chiesa valdese. È stato un momento di confronto fraterno e aperto nel cammino dell’unità.

I nostri cicli di conferenze si svolgono preferibilmente nei periodi liturgici dell’Avvento e Quaresima per offrire un momento di riflessione. Il Centro è molto apprezzato per incontri biblici e culturali e bene partecipato. La sala “Ut Unum Sint” ha accolto, per esempio, tre incontri con il tema “grandi cristiani di ieri e di oggi” che hanno presentato le figure di Oscar Cullmann, di Don Carlo Gnocchi e di Charles de Foucauld.

La sala Ut Unum Sint è inoltre frequentata da altri gruppi della Diocesi come il Gruppo Medaglia Miracolosa, il Serrà Club, la commissione diocesana per l’ecumenismo. Abbiamo ospitato anche i direttori dei seminari della Svizzera, i padri portoghesi per il loro ritiro, la Fondazione ”Pour les Autres”, incontri della Facoltà, convegno dei giudici ecclesiastici della Svizzera.

Il nostro apostolato si manifesta anche in vari gruppi della diocesi come Serra Club, Medaglia Miracolosa, Cantori di Gregoriano, Confraternita di San Carlo, Comunità Francescana di Regalità. Il clero diocesano si riunisce regolarmente con il Vescovo.

L’unità é il carisma delle suore brigidine, “chiamate da diverse nazioni, ma tutte unite in un corpo solo e in un’anima sola”, scriveva Madre Elisabetta.

Unità come vita comunitaria e come programma di pace: fra gli uomini, i popoli, le nazioni. Ovunque. Come impegno ecumenico: preghiera, studio, seminari, incontri, dialogo. Unità come accoglienza, traducendo il carisma dell’ospitalità.